Tisichelle delle monache, ricetta tipica di Todi

di Miria Onesta
ciambelline tipiche di Todi

Le tisichelle delle monache, sono delle semplici ciambelline all’anice tipiche di Todi. Dopo tantissimi anni come rappresentante umbra per L’Italia nel Piatto, le ricette umbre presenti sul blog sono tantissime. Ho iniziato con le ricette più famose, quelle di famiglia e quelle “rubate” alle amiche, poi ho iniziato a cercare ricette antiche dimenticate. E così il tema di questo mese “Pomeriggio uggioso: lo passiamo in cucina a preparare biscotti?” sono andata indietro fino agli anni ’20.

Ciambelline all'anice, ricetta tipica di Todi

La ricetta della tisichelle delle monache, era già presente in un annuario di Todi del 1927. Una ricetta povera, con pochi e con pochissimi ingredienti. Delle ciambelline all’anice preparate in occasione delle feste, ottime da inzuppare nel vino.
Nell’ Annuario di Todi del 1927 è descritta così:
Prendete farina e zucchero in parti uguali, semi di anice a piacere, intridete con acqua, formando una pasta dura, alla quale darete la forma di piccole ciambelle, che farete cuocere al forno in un soletto (teglia).
Fonte: Archeoumbria

Ricette delle antiche tisichelle delle monache umbre all'anice

Tisichelle delle monache, ricetta tipica di Todi

Portata: Dolce
Porzioni: 30 ciambelline circa

Preparazione: 10 minuti
Cottura: 10 -12 minuti

Autore: Miria

Ingredienti:

  • 200 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • Acqua q.b.
  • Anice a piacere

Preparazione:

  1. Preriscaldate il forno a 180 gradi, rivestite due teglie con la carta forno.
  2. Setacciate la farina su un piano da lavoro, formate la fontana e unite lo zucchero e l’anice.
  3. Unite l’acqua, tanta quanto basta per ottenere un impasto sodo.
  4. Formate delle ciambelline e sistematele nella teglia, infornate e fate cuocere per per circa 10 – 12 minuti.
  5. Sfornate e fate raffreddare, conservate in un contenitore a chiusura ermetica.
Tisichelle delle monache, la ricetta dei monasteri tipica di Todi

3 biscotti umbri da provare

Tozzetti
Birbanti
Mostaccioli di San Francesco, i biscotti di frate Jacopa

Le ricette delle altre regioni:

Valle d’Aosta: Torcetti di Saint Vincent 2.0
Piemonte: Krumiri: i Biscotti tipici di Casale Monferrato a forma di baffo per L’Italia nel Piatto
Liguria: Cobeletti
Lombardia: Bacioni di Lodi o Gnam Gnam
Trentino-Alto Adige: Lebkuchen – i gustosi biscotti speziati
Veneto: I pandòli di Schio
Friuli Venezia Giulia: Favette triestine
Emilia-Romagna: Fave dei morti
Toscana: Amaretti di Santa Croce
Marche: Biscotti all’anice marchigiani
Lazio: I giglietti di Palestrina
Abruzzo: Frollini al farro abruzzesi
Molise: Ceppelliate di Trivento
Campania: I Caprilù: i biscotti di Capri fatti con mandorle e limoncello
Puglia: Il biscotto di Ceglie
Basilicata: I calzoncelli di Melfi
Calabria: I fritti ‘a bbentu
Sicilia:I Biscotti al Latte Siciliani
Sardegna: Zambellas di Dorgali
Italia nel piatto: Facebook Instagram

Per restare sempre aggiornati, potete seguirmi anche tramite i miei canali social:
La pagina Facebook , ma anche Instagram, Pinterest e Telegram

1
Condividi

Ti potrebbe anche interessare

7 commenti

carla emilia 2 Novembre 2020 - 13:32

Interessante ricetta, tanto per non perdere le nostre belle tradizioni! Un’abbraccio 🙂

Rispondi
Marina Riccitelli 2 Novembre 2020 - 16:41

buone queste ciambelline! Che nome insolito che hanno, sicuramente venivano preparate nei conventi! Le ricette antiche hanno un grandissimo fascino!

Rispondi
Elena 2 Novembre 2020 - 19:19

ciambelline impastate con l’acqua, sono proprio le ricette di una volta! Non sono facili da recuperare queste ricette! complimenti!

Rispondi
Natalia Piciocchi 4 Novembre 2020 - 12:34

Che bello riscoprire le ricette di una volta! Io quando vado alla ricerca di vecchie preparazione resto affascinata dalla quantità di informazioni, di ricette e di storia che riesco a trovare.
Molto carine queste ciambelle e altrettanto curioso il loro nome.

Rispondi
Mary Vischetti 4 Novembre 2020 - 18:32

Di una semplicità unica Miria, mi piace tantissimo questa ricetta e pure il nome!
Baci,
Mary

Rispondi
elisa 6 Novembre 2020 - 14:06

Che buone con l’anice!!!
una ricetta veramente umile, d’altri tempi.
ciao
elisa

Rispondi
Tina 7 Novembre 2020 - 7:15

Hanno tutto il l fascino dei biscotti semplici.

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.