CUCINA UMBRAPrimiRicette con i Presidi Slow Food Umbria

Cucina Umbra: Minestra con Battuto e Fagiolina del Lago Trasimeno per “L’Italia nel Piatto”

Cucina Umbra: Minestra con Battuto e Fagiolina del Lago Trasimeno per “L’Italia nel Piatto”
Buongiorno, eccoci all’appuntamento con “L’Italia nel Piatto”, l’appuntamento mensile con la cucina regionale, il freddo di questo periodo ci invoglia a preparare  Zuppe-Minestre-Vellutate-Creme-Brodi e proprio questo è il tema di oggi, tutto dedicato a queste calde e confortanti preparazioni. Qui in Umbria potete assaggiare una minestra preparata con battuto e Fagiolina del lago Trasimeno, un legume coltivato nella zona del lago Trasimeno. Era già presente nella zona del lago al tempo degli  Etruschi, ha rischiato l’estinzione a causa dell’impegnativa coltivazione, interamente manuale, dalla semina al raccolto, negli ultimi anni invece è stata riscoperta e inserita tra i presidi Slow Food nel 2000.
Ingredienti per 2:
80 g di Fagiolina del Lago Trasimeno
30 g di grasso di prosciutto
Un rametto di maggiorana
1 spicchio d’aglio
1 carota
1/2 cipolla dorata di Cannara
Sale
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
Quadrucci all’uovo
 
Preparazione:
 
Sciacquate la fagiolina e mettetela in acqua fredda e lasciate cuocere per 20 minuti. Fate un battuto con il grasso del prosciutto, uno spicchio d’aglio e la maggiorana. Mettete il battuto in un tegame con  la carota e la cipolla, lasciar andare finché il grasso non sarà sciolto, unite il concentrato e acqua bollente, unite anche la fagiolina e cuocere per circa 20 minuti, regolare di sale. Quando la fagiolina sarà cotta, unite i quadrucci fatti in casa e portate a cottura, servire subito.

Qui tutte le mie Ricette Umbre
Seguiteci anche su Facebook, questa la nostra pagina L’Italia nel Piatto
Le ricette delle altre regioni

 

Valle D’Aosta – Crema di zucca e fontina
Piemonte Mnèstra id suca  
Lombardia – Rìŝ, Rave e Erburìn
Trentino Alto Adige  – La Rosumada 
Veneto  Zuppa di radicchio 
Friuli Venezia Giulia – Pasta butada
Emilia Romagna – Spoja Lorda
Liguria – Minestra di piselli secchi 
Toscana –Zuppa di farro e fagioli 
Marche – La stracciatella
Abruzzo – Brodo con stracciatella di indivia e pallottine
Molise – Lacce e fasciuole 
Lazio – Riso e patate 
Campania – Zuppa di scarole 
Puglia – Zuppa di Pesce
Basilicata – Zuppa con fagioli di Sarconi I.G.P.
Calabria – Licurdia calabrese
Sicilia – Minestra di Badduzze
Sardegna – Fagioli con verza alla gallurese 



Da questo mese c’è una novità per tutti voi che amate le ricette tipiche regionali, ci avete chiesto in molti di partecipare alla rubrica e abbiamo pensato ad un giochino simpatico da fare con chiunque abbia voglia di cimentarsi nella preparazione di ricette tipiche.  Vi è piaciuta una delle 20 ricette di questo mese? Rielaboratela, (non fate copia incolla) se avete un blog pubblicatela o fatela pervenire a uno dei 20 blog, quella vincente potrà partecipare con noi alla pubblicazione del mese successivo. Le regole sono semplici e per saperne di più leggete le regole QUI .

34 Comments

  1. Che bello andare alla ricerca di sapori antichi e di ingredienti che meritano un posto d'onore. Questa rubrica sta riuscendo a portare nelle case degli italiani una serie di piatti meravigliosi….questo è uno dei miei preferiti di oggi!!!

  2. Ah la fagiolina ogni anno che passo di la mi porto via un pò e poi su ricetta di un ristoratore di Castiglione sul Lago la faaccio a casa. Peccato che finisce presto e non si trova nel resto d'Italia… ciaoooo

  3. Che buoni legumi avete da quelle parti,ma non solo quello!E' una regione ricca di prodotti eccellenti,questi fagiolini li immagino meravigliosi in questa minestra !Bravissime e complimenti!

  4. Il battuto la fa alla grande nell'Italia centrale Mimì. Sta fagiolina è fantastica, sarà che è femmina??? Complimenti, una ricetta non squisita, di più! E complimenti anche per le foto, ogni volta sempre più belle!!

  5. allora queste zuppe non le faccio spesso perché giuro non mi regolo, me ne mangio sempre due piatti … almeno! La fagiolina ottima, grazie per la spiegazione di provenienza e storia!

  6. Non avevo mai sentito parlare di questi fagioli del Trasimeno. E' sempre bello poter scoprire o riscoprire antichi prodotti… ma lo è ancora di più che le tradizioni non vengano perdute. Per fortuna che i coltivatori della zona hanno ricominciato a coltivare questo fagiolo così particolare.

  7. noi adoriamo zuppe, vellutate, passati, minestre e tutto ciò che si avvicini a ciò…particolarmente in inverno, ma non disdegniamo nemmeno ad agosto 🙂
    complimenti per la tua ricetta, ricercata e dal sapore intenso!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.