CUCINA UMBRADolci

Torciglione o Serpentone

Torciglione o Serpentone

Dolce tipico natalizio della tradizione umbra, il Serpentone
o Torciglione, è a base di mandorle, canditi e cioccolato. Ho imparato a fare questo dolce da un’amica umbra, all’inizio mi sembrava una cosa difficilissima
da fare, ma poi un giorno lo abbiamo preparato insieme  (mi ha regalato anche la
ricetta) e da lì in poi tutto è stato facilissimo. Naturalmente non posso realizzarlo insieme a voi, anche se la cosa mi piacerebbe molto, ma posto il passo passo della lavorazione.
Ingredienti per 3 serpentoni:
900 gr di mandorle dolci pelate
150 gr di mandorle amare
6 albumi
600 gr di zucchero semolato
Canditi
Cioccolato fondente
Preparazione:
Preriscaldate
il forno a 170 gradi. Frullate le mandorle dolci (lasciarne 3 intere per fare la
lingua) e amare con 3 cucchiai di zucchero, versatele in una ciotola e unite il
restante zucchero. Battete leggermente gli albumi ed unirli alle mandorle e
zucchero, mescolate bene, prima con una forchetta poi con le mani. Dividete l’impasto
in 3 parti (circa 600 g ognuna) lavorate con una parte per volta, date a
ognuna la forma di un serpente, modellando testa e coda (foto 1), poi con un
coltello aprite la sommità e allargate bene con le mani (foto 2). Con 2 pezzetti
di candito verde fare gli occhi, mettete nella fessura i canditi (foto 3) e poi
il cioccolato tritato (foto 4). Chiudete bene la sommità del serpente, inserite
una mandorla per fate la lingua (foto 5). 
Con un paio di forbici fate dei tagli sui fianchi del serpente e sopra
(foto 6). Cuocete per 30 minuti circa.
foto 1
foto 2
foto 3

foto 4

foto 5

foto 6

Con questa ricetta partecipo al contest di Dolci a go go “Dolci sotto il vischio”

7 Comments

  1. Ho un ricordo bellissimo di questo dolce! Quando ero piccola e con la mia famiglia andavamo al paese dei miei nonni, in Romagna, lungo la strada ci fermavamo sempre in Umbria, ad Umbertide, dove c'era una pasticceria che vendeva il serpentone…era una tappa fissa x comprare questo delizioso dolce! Chissà, magari prima o poi lo preparerò anch'io seguendo la vostra ricettina… :)ciao

  2. Mia nonna e mia madre erano di Perugia e lo facevano sempre per Natale. Loro non mettevano i canditi ed il cioccolato,forse per risparmiare, ma per il resto l’impasto più o meno corrisponde,tenendo a precisare l’assoluto bando della farina e di liquori e l’uso delle vere mandorle amare e non delle mandorle di albicocca dette armelline.La vera difficoltà per fare questo dolce è di procurarsi le mandorle amare ormai quasi introvabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.