CUCINA UMBRAPrimiRicette con i Presidi Slow Food Umbria

Umbricelli di Farro con Salsiccia e Fagiolina del Trasimeno

Umbricelli di Farro con Salsiccia e Fagiolina del Trasimeno
Quando penso al piatto che potrebbe rappresentare l’Italia nel mondo, la prima cosa che mi viene in mente è un piatto di pasta, così quando ho letto del contest Tre Spade “Alla scoperta del piatto più tricolore del web” , non ho avuto dubbi, avrei partecipato con un primo. Visto che amo mettere le mani in pasta ho deciso di preparare gli umbricelli, un formato di pasta tipico umbro che si prepara con farina e acqua,  ho sostituito metà della farina con farina di farro macinata a pietra per un sapore più deciso che ben si abbina al condimento. Ho scelto di condire i miei umbricelli con salsiccia,  e fagiolina del Trasimeno, un tipo di fagiolo dalle dimensioni molto ridotte, poco più grande di un chicco di riso, i chicchi sono marroni, crema, ma anche neri, è coltivata in un’area molto ristretta intorno al Lago Trasimeno. Negli anni passati la fagiolina stava quasi scomparendo a causa della difficoltà di coltivazione, che ancora oggi è affidata alle sapienti braccia dei produttori che seminano, raccolgono e battono a mano questo legume. Per fortuna si sta riscoprendo il valore delle vecchie colture e stiamo imparando a  valorizzare le tipicità dei nostri territori, la Fagiolina del Trasimeno è uno dei  Presidi Slow Food dell’Umbria. 
Se sei un food blogger e vuoi partecipare al contest Tre Spade hai ancora tempo fino al 16 Gennaio per inviare la tua ricetta, qui il Regolamento completo.

 

 La fagiolina del Trasimeno
Ingredienti per 2
 
Per la pasta:

100 g di farina di farro macinata a pietra
100 g di farina 0
Acqua
Sale
Per il condimento:

75 g di salsiccia
40 g di fagiolina del Trasimeno
50 g di passata di pomodoro
10 g di cipolla rossa
1 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe
Sedano
Carota
Parmigiano o pecorino a piacere
Preparazione:
Per prima cosa preparare la pasta.
Fare la fontana con le farine e un pizzico di sale,
aggiungere tanta acqua quanta ne occorrerà per ottenere un impasto sodo ed
elastico, impastare per 10 minuti finché l’impasto non sarà ben liscio, coprire
con un panno e far riposare per circa 30 minuti. Trascorso il tempo di riposo
staccare dei pezzi d’impasto grandi come una noce e far rotolare sotto le mani
ed allungarli fino ad ottenere dei grossi spaghettoni. Lasciar riposare gli
umbricelli circa un’ora prima di cuocere.
Nel frattempo preparare il condimento.
Lessare la fagiolina in abbondante acqua con sedano e carota
per 20-25 minuti, salare a fine cottura, scolare e tenere da parte. In una
padella far soffriggere la cipolla con l’olio, aggiungere la salsiccia
sbriciolata e far cuocere finché non sarà ben rosolata, aggiungere la fagiolina
e lasciar insaporire per 5 minuti. Unire la passata di pomodoro e mezzo
bicchiere d’acqua, far cuocere a fuoco basso per 10 minuti, regolare di sale e pepe.
Cuocere gli umbricelli in abbondante acqua salata, scolare e versare nella
padella con il condimento, far saltare per un minuto. Aggiungere parmigiano o
pecorino grattugiati, mescolare bene e servire subito.
Pasta al farro
 Umbricelli

 

Con questa ricetta partecipo al concorso per food blogger organizzato da  Tre Spade
se vuoi partecipare hai tempo fino al 16 Gennaio
1
Condividi

5 Comments

  1. Oh Miria, che meraviglioso piatto di pasta! Non conoscevi gli "umbricelli" ma qui nella Marsica abbiamo i "santo ominici" che sono molto simili…quante delizie nella nostra Italia e quante squisitezza tutte da scoprire! Bravissima…Baci, Mary

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.