Zuccarini degli sposi

di Miria Onesta

Ciambelline umbre tipiche dei matrimoni

Gli zuccarini degli sposi sono delle ciambelline umbre preparate in passato, in occasione dei matrimoni e donati agli sposi. Questo mese con le blogger della rubrica L’Italia nel Piatto, abbiamo deciso di riscoprire le ricette regionali preparate in occasione dei matrimoni. Come sempre mi sono messa in cerca di qualche ricetta adatta al tema del mese, ho chiesto in giro a parenti ed amici, alcune ricette le avevo già pubblicate come le pesche dolci, altre invece erano ricette che si usano ancora oggi, i nostri primi piatti a base di pasta fresca fatta in casa e i tradizionali arrosti di carni miste.

Zuccarini degli sposi, ricetta tipica umbra

Poi ho trovato un ebook dal titolo Le ricette della memoria – Gli antichi sapori dell’Umbria contadina, realizzato dallIPSSARCT “Felice Cavallotti” in collaborazione con il Rotary Club di Città di Castello (PG), un volumetto digitale dedicato alle ricette umbre di un tempo. Sfogliandolo ho letto la ricetta degli zuccarini degli sposi e ho deciso che avrei provato a prepararli. Non ho trovato molte informazioni in rete, riguardo a questa ricetta, soltanto che venivano preparati in occasione dei matrimoni e regalati agli sposi. Un impasto semplice, senza zucchero e senza sale, al quale si da la forma di ciambelline, prima bolliti e poi cotti in forno. Ricordano il sapore del nostro pane sciapo, con un leggero profumo di cannella.

Zuccarini degli sposi

Portata: Ciambelline di pane
Porzioni: 16 ciambelline circa

Preparazione: 20 minuti
Cottura: 30 minuti

Autore: Miria Onesta

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 390 g di farina
  • 15 g di rosolio di cannella
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • 4 g di lievito per dolci

Preparazione:

  1. Setacciate la farina su un piano da lavoro insieme al lievito.
  2. unite al centro le uova e l’olio, impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
  3. Dividete l’impasto in 16 parti, formate dei rotolini lunghi circa 20-22 cm, unite le estremità e formate delle ciambelline da 6+-7 cm di diametro.
  4. Portate a bollore una pentola con abbondante acqua.
  5. Tuffate le ciambelline nell’acqua e appena vengono a galla scolatele e mettetele su un panno ad asciugare.
  6. Quando le ciambelline saranno bene asciutte, preriscaldate il forno a 250 gradi.
  7. Rivestite una teglia con la carta forno e sistemateci dentro gli zuccherini.
  8. Infornate per circa 15 minuti.
  9. Sfornate e fate raffreddare prima di servire.
Ciambelline umbre tipiche dei matrimoni del passato
Zuccarini degli sposi, ciambelline di pane tipiche umbre
Zuccarini degli sposi

Le proposte delle alle altre regioni:

Valle d’Aosta: Polenta ai formaggi con crema di fave
Piemonte: Giuraje: I Confetti del Matrimonio Canavese per l’Italia nel Piatto
Liguria: corzetti stampati con sugo di carne
Lombardia: Tentasiù de la spusa (Torta di rose)
Trentino – Alto Adige: Brezdel
Veneto: Carfogn, il dolce degli sposi bellunese
Emilia Romagna: Zuccherini montanari
Toscana: Ginestrata
Marche: Ciaramilla marchigiana
Lazio: Le ciambelle degli sposi
Abruzzo: Zuppa reale
Molise: Taralli di Venafro o v’scuott
Campania: Le pastarelle degli sposi
Puglia: La Faldacchea di Turi
Basilicata: Tumact Me Tulez – tagliatelle con mollica di pane, alici e noci
Calabria: Suspiri o durci de zziti
Sicilia:”Maccarruna di zitu a stufatu” – Maccheroni dei fidanzati
Sardegna: Bianchittos
Italia nel piatto: Il piatto degli sposi

Per restare sempre aggiornati, potete seguirmi anche tramite i miei canali social:
La pagina Facebook , ma anche Instagram o Pinterest.

Condividi

Ti potrebbe anche interessare

11 commenti

carla emilia 2 Maggio 2020 - 21:25

Sono molto carini Miria! Un abbraccio

Rispondi
Natalia Piciocchi 3 Maggio 2020 - 7:58

Che belli Miria. Ora grazie a te ci sono informazioni in più nella rete su questa ricetta!!!! Baci

Rispondi
Marina Riccitelli 3 Maggio 2020 - 10:07

Molti dolci degli sposi hanno la forma ciambella, a ricordare le fedi probabilmente! Queste devono essere proprio buone, una specie di tarallini. Un abbraccio

Rispondi
Piccolalayla - Profumo di Sicilia 4 Maggio 2020 - 6:22

Che profumo queste ciambelline!!!! Un abbraccio LA

Rispondi
sabrina 4 Maggio 2020 - 8:47

A primo sguardo mi ricordano le “ciambelle scottolate” che prepara mia mamma, ma son decisamente dolci quelle.
Particolari e molto inviatanti, una ricetta da provare sicuramente!

Rispondi
Mary Vischetti 6 Maggio 2020 - 17:28

Fantastiche queste ciambelle! Devono avere un profumo meraviglioso…
Baci,
Mary

Rispondi
Tina 6 Maggio 2020 - 22:46

Il rosolia alla cannella è sicuramente la chiave di queste ciambelle. Sono curiosa di provarle.

Rispondi
elisa 11 Maggio 2020 - 10:42

semplici ma con avere un ottimo profumo, immagino!
elisa

Rispondi
Milena 12 Maggio 2020 - 22:56

Ma che buone le ciambelline aromatizzate con il rosolio di cannella!
Un abbraccio

Rispondi
elena 15 Maggio 2020 - 19:04

le ciambelline in questa uscita sono le protagoniste, in fondo il richiamo agli anelli è istantaneo e azzeccato! Rustiche anche le tu, proprio come le mie montanare, proprio dolci d’altri tempi! un bacione!

Rispondi
Le ricette di Claudia & Andre 15 Maggio 2020 - 19:15

Immagino che profumino di cannella che piace tanto è che bontà!

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.