CUCINA UMBRAPrimi

Tortellini al prosciutto crudo con cicerchie e guanciale

Tortellini al prosciutto crudo con cicerchie e guanciale

Tortellini al prosciutto, primo piatto per il pranzo della domenica

Il pranzo della domenica è il pranzo più importante della settimana, quando tutti  sono a casa dal lavoro e ci si riunisce intorno ad una tavola apparecchiata. Soprattutto in passato, il pranzo della domenica in Umbria, era sinonimo di primi piatti a base di pasta fresca e arrosti fatti girare lentamente allo spiedo, davanti al fuoco del caminetto.

Ora che i tempi sono cambiati, si ha meno tempo di stare in cucina. Ma la passione per il buon cibo resta, come resta l’amore per i prodotti tipici regionali, legumi, salumi, formaggi e naturalmente buon vino. E proprio a questi ingredienti, ho pensato, quando Fini mi ha chiesto di preparare un primo piatto, degno di un pranzo della domenica, abbinando i Gran ripieni Fini ad un prodotto tipico della mia regione.

Per realizzare questo piatto in collaborazione con Fini, ho pensato di abbinare i Tortellini al prosciutto crudo e Parmigiano Reggiano, alle cicerchie.  Ho aggiunto guanciale e pecorino, immancabili nella cucina tradizionale umbra.

tortellini al prosciutto, guanciale e cicerchie

tortellini al prosciutto, guanciale e cicerchie

tortellini al prosciutto, guanciale e cicerchie
5 da 1 voto
Stampa

Tortellini al prosciutto con cicerchie e guanciale

Tortellini con guanciale, pomodori, pecorino e cicerchie umbre

Piatto Primo
Cucina Italiana, Umbra
Parole chiave Cicerchie, Guanciale, Pecorino, Tortellini Fini
Preparazione 15 minuti
Cottura 20 minuti
Riposo e cottura delle cicerchie 12 ore
Tempo totale 35 minuti
Porzioni 4 persone
Autore Miria Onesta

Ingredienti

  • 2 confezioni Tortellini prosciutto crudo Parmigiano Reggiano Fini
  • 100 g cicerchie
  • 40 g guanciale
  • 100 g pomodori maturi
  • 2 foglie salvia
  • 4 foglie erba cipollina
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • pecorino a piacere
  • 4 fette guanciale sottilissime

Preparazione

  1. Mettete le cicerchie in una ciotola, coprite con acqua fredda e lasciate riposare per circa 8-10 ore. Trascorso il tempo di riposo, scolate le cicerchie e mettetele in un tegame, aggiungete acqua pulita e portate ad ebollizione, lasciate cuocere per circa 2 ore, salate a fine cottura, scolate e tenete da parte.

  2. Fate un battuto con il guanciale e le erbe aromatiche, mettete il battuto in una padella con 4 cucchiai di olio, fate soffriggere finché il guanciale non si sarà sciolto. Aggiungete le cicerchie e lasciate insaporire per 5 minuti, aggiungete anche i pomodori tagliati a cubetti, regolate di sale e aggiungete pepe appena macinato, fate cuocere per 5-6 minuti.

  3. Mentre il condimento cuoce, scaldate una padella antiaderente, appena sarà ben calda, adagiateci il guanciale tagliato a fette sottilissime, fate cuocere finché non sarà ben dorato e croccante, girandolo un paio di volte. Mettete il guanciale su carta assorbente e fate raffreddare, sbriciolatelo con le mani e tenetelo da parte. 

  4. Cuocete i tortellini in abbondante acqua salata per un minuto, scolate e versate nella padella con il condimento, aggiungete pecorino a piacere e lasciate insaporire per un minuto. Impiattate e cospargete con il guanciale croccante, servite subito. 

La cicerchia è un antico legume coltivato un po’ in tutto il centro Italia.

Un tempo quasi dimenticata, oggi la cicerchia, sta tornando sulle tavole per la preparazione di semplici e gustosi piatti. Questo piccolo legume dalla forma schiacciata è ricco di vitamine, sali minerali e proteine.
La cicerchia o cecere, è perfetta per la preparazione di zuppe e creme, ma anche in insalata o per la preparazione di burger vegetali. Le cicerchie vanno tenute in ammollo prima della cottura.

tortellini al prosciutto, guanciale e cicerchie

tortellini al prosciutto, guanciale e cicerchie

Se vi è piaciuta la mia ricetta per #ilpranzodelladomenica e siete pronti a mettervi in gioco,  vi aspetto su Instagram per una iniziativa davvero specialecoloro che rifaranno la mia ricetta potranno essere estratti per vincere e cucinare con me in finale!

1

2 Comments


  1. ciao Miria, adoro la cicerchia, la compro ogni anno da una azienda agricola nel foggiano; quest’anno le ho invece comprate proprio in Umbria durante un mio recente viaggio. Proverò la tua ricetta; foto wow
    bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.