CUCINA ROMANASecondi e contorni

Carciofi alla romana

Carciofi alla romana

Contorno  a base di carciofi tipico della cucina romana

I carciofi alla romana, sono un piatto semplicissimo, questa è la versione di mia madre. Nei miei ricordi di bambina, questo contorno non mancava mai sulla tavola del pranzo di Pasqua, era l’accompagnamento alle cotolette d’abbacchio panate. Era tantissimo tempo che non li preparavo, anzi non li preparo quasi mai, preferisco approfittare di quelli che prepara mia madre. Stavolta però, al supermercato, ho trovato dei bellissimi carciofi romaneschi e non ho resistito, li ho presi e messi subito nel tegame con mentuccia e aglio. Mia madre preferisce mettere aglio e mentuccia interi nel tegame, invece che all’interno del carciofo, in questo modo, chi non ama l’aglio, potrà eliminarlo facilmente.

Se vi piacciono i carciofi, e state programmando il picnic di pasquetta, vi consiglio di provare anche:
Colomba salata carciofi e pancetta
Crostata di carciofi, patate e scamorza

carciofi alla romana

Carciofi alla romana

Contorno a base di carciofi, tipico della cucina romana

Piatto Contorni
Cucina Italiana, Romana
Preparazione 10 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 30 minuti
Autore Miria Onesta

Ingredienti

  • 4 carciofi romaneschi
  • 1 spicchio aglio
  • 2 rametti mentuccia
  • 4 cucchiai olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • 1 limone

Preparazione

  1. Eliminate le foglie più dure ai carciofi, pelate il gambo, lasciandolo attaccato al carciofo, eliminate anche le punte più dure delle foglie, tagliando con un coltello.

    Tuffate i carciofi in abbondante acqua fredda acidulata con il succo del limone, in modo che non anneriscano. 

  2. Mettete i carciofi in un tegame, a testa in giù, unite olio, aglio, sale, pepe e mentuccia. Coprite e fate cuocere a fuoco basso finché la base del carciofo non sia tenera da poterla infilare con una forchetta. 

  3. Cospargete con mentuccia fresca e servite. 

carciofi alla romana

carciofi alla romana

Questi carciofi sono buonissimi anche il giorno dopo, senza bisogno di essere riscaldati, perfetti anche per il picnic di pasquetta.

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.