CUCINA UMBRAPrimi

Pancotto

Pancotto

Pancotto umbro, ricetta per riciclare il pane raffermo avanzato

Ed eccoci al 2 Gennaio, ci lasciamo alle spalle il 2017, e ci avviamo a vivere questo nuovo anno, sperando sia migliore di quello appena passato. Come ogni mese, oggi appuntamento con la cucina regionale italiana de L’Italia nel Piatto. Tema del mese, “La cucina degli avanzi” e qui per l’umbria troverete la ricetta del  il pancotto,  per riciclare il pane raffermo.
Abbiamo deciso di proporvi questo tema, perché sicuramente dopo le feste c’è sempre del cibo avanzato, che si cerca di “riciclare” in qualche modo. Ogni regione vi proporrà delle golose ricette per dar vita a nuovi e saporiti piatti. Io ho scelto il pane, perché come diceva nonna, il pane non si butta mai. Il pancotto è una ricetta tipica della cucina povera umbra facile da realizzare, pochi ingredienti per una zuppa calda, saporita e profumatissima.

Pancotto
Pane cotto con pomodori e maggiorana

Pancotto

Ricetta del pancotto per riciclare gli avanzi di pane

Piatto Primo
Cucina Italiana, Umbra
Preparazione 10 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 40 minuti
Porzioni 4 persone
Autore Miria Onesta

Ingredienti

  • 350 g pane senza sale raffermo
  • 3 pomodori maturi
  • 1 cipolla
  • Maggiorana
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale

Preparazione

  1. Spezzate il pane raffermo e mettetene metà in un tegame di coccio, unite metà dei pomodori tagliati a pezzi e metà cipolla tritata. 

    Aggiungete il resto del pane, della cipolla e dei pomodori.

    Aggiungete sale e 3 rametti di maggiorana, coprite il pane con acqua e portate a bollore, fate sobbollire a fuoco basso per 30 minuti.

    Servite con olio a crudo e maggiorana fresca. 


    Pancotto
pane raffermo con pomodori e maggiorana
Pancotto

Queste le proposte delle altre regioni

Valle d’Aosta: Seuppa de l’ ȃno
Piemonte: Baci di dama
Lombardia: I Mondeghili
Trentino Alto Adige: Scheiterhaufen altoatesino con avanzi
Veneto: La Pinza
Friuli Venezia Giulia: Polenta concia
Liguria: tian di verdure
Emilia Romagna: La panàda
Toscana: Lesso rifatto o francesina
Marche: Suricitti marchigiani
Lazio:Lesso alla Picchiapò
Sardegna: Is Arrubiolus
Molise: Pane cotto con i broccoli
Campania: Mozzarella in carrozza
Puglia: Le polpette di pane
Basilicata: Tortino di rape con pane raffermo e peperoni cruschi
Calabria: Pasta con la mollica alla calabrese
Sicilia: La frascatura Siciliana

Per restare sempre aggiornati, potete seguirmi anche tramite i miei canali social:
La pagina Facebook , ma anche Instagram o Pinterest.

1
Condividi

7 Comments

  1. Innanzitutto Auguri di Buon Anno e poi complimenti per questo piatto che adoro ^_^ Appena torneò in Umbria, spero presto perchè adoro la tua regione, spero di mangiarlo nuovamente!

  2. E’ bello vedere come nelle varie regioni italiane esistono tanti modi per riciclare il pane raffermo. Per esempio da me il pane cotto è fatto semplicemente in acqua con aglio, origano e olio.
    Mi piace molto la vostra versione: davvero saporita.
    Buon anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.