Crostate e crostatineINTOLLERANZESenza glutineSenza lattosio

Pastiera senza glutine e senza lattosio

Pastiera senza glutine e senza lattosio

Variante senza glutine e senza lattosio della pastiera napoletana

La pastiera napoletana è un classico della cucina partenopea, una crostata di frolla, farcita con ricotta e grano cotto, questa è la mia versione rivisitata, la pastiera senza glutine e senza lattosio. La pastiera napoletana classica, è un dolce che mi piace moltissimo, questa versione però, ho voluto dedicarla a chi soffre d’intolleranze. Frolla con strutto, farina di riso, tapioca, sorgo e quinoa. Ripieno di ricotta senza lattosio e sorgo cotto nel latte di riso. Ho sostituito il  grano con il sorgo decorticato, così anche chi è intollerante potrà gustare questo golosissimo dolce della tradizione. Ho preparato una pastiera grande e 6 piccoline, molto carine e perfette da servire a fine pasto, decorate con ovetti di cioccolato.

Pastiere in formato mini per la felicità dei bambini

pastiera senza glutine e senza lattosio

pastiera senza glutine e senza lattosio

 

Pastiera senza glutine e senza lattosio

Versione per intolleranze della classica pastiera napoletana

Piatto Dolci
Cucina Italiana
Preparazione 20 minuti
Cottura 2 ore 15 minuti
Testo di riposo 4 ore 10 minuti
Tempo totale 2 ore 35 minuti
Porzioni 16 persone
Autore Miria Onesta

Ingredienti

Per la frolla

  • 120 g farina di riso
  • 60 g amido di tapioca
  • 30 g farina di sorgo
  • 30 g farina di quinoa
  • 100 g zucchero semolato
  • 1 pizzico sale
  • 2 tuorli
  • 125 g strutto
  • 1/2 arancia (buccia grattugiata)
  • 1/2 limone (buccia grattugiata)

Per il ripieno

  • 350 g ricotta senza lattosio
  • 140 g sorgo decorticato
  • 500 ml latte di riso
  • 200 g zucchero semolato
  • 3 tuorli
  • 2 albumi
  • 1/2 limone (buccia intera)
  • 1/2 cucchiaino fiori d'arancio
  • 100 g canditi (cedro, arancia)
  • 1/2 limone (buccia grattugiata)

Per decorare le mini pastiere

  • ovetti di cioccolato

Preparazione

  1. Per prima cosa preparate il sorgo.

    Versate il sorgo decorticato in una ciotola e coprite con acqua fredda, lasciate a bagno per 3 ore. 

    Trascorso il tempo di riposo scolate il sorgo e mettetelo in un tegame con il latte di riso e 50 g dello zucchero e la buccia del limone, portate a bollore e fate cuocere a fuoco basso per 1 ora e 35 minuti, o finché non sarà ben cotto. 
    Allontanate dal fuoco e fate raffreddare.

  2. Mentre il sorgo cuoce, preparate la frolla. 

    Versate in una ciotola le farine e lo zucchero, aggiungete al centro lo strutto e iniziate ad impastare. 

    unite anche la buccia degli agrumi grattugiata, il sale e i tuorli, impastate bene, avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per 30 minuti.

  3. Mentre la frolla riposa preparate il ripieno.

    Versate la ricotta in una ciotola, unite il sorgo freddo, lo zucchero, i canditi, l'essenza di fiori d'arancio, la buccia del limone grattugiata, i canditi e mescolate bene. 

    Montate a neve gli albumi, uniteli delicatamente al composto di ricotta e sorgo. 

  4. Preriscaldate il forno a 170.

    Imburrate una teglia svasata da 24 cm di diametro e 6 stampi da 6 cm.

  5. Stendete la pasta frolla e foderate lo stampo grande e i 6 piccoli.

    Riempite gli stampi con la crema di ricotta e sorgo. 

    Con la pasta rimasta decorate la pastiera grande con strisce di pasta incrociate. 

  6. Infornate e fate cuocere la pastiera grande per circa 45-50 minuti, per le piccole riducete i tempi di circa 15 minuti.

    Sfornate fate raffreddare e fate riposare un paio di giorni prima di servire, sempre che ci riusciate.

In formato monoporzionepastiera senza glutine

pastiera senza glutine e senza lattosio

Se avete problemi d’intolleranze, o se semplicemente volete provare una versione diversa della classica pastiera napoletana, vi consiglio leggere la ricetta della Pastiera di riso con composta di albicocche di Nonna Paperina

Per la ricetta della pastiera napoletana classica, leggete la ricetta della Pastiera di grano napoletana di Pasta and others stories

 

1

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.