CUCINA UMBRASecondi e contorni

Cucina Umbra: Porchetta per “L’Italia nel Piatto”

Cucina Umbra: Porchetta per “L’Italia nel Piatto”
Buongiorno, come ogni mese con la rubrica L’Italia nel Piatto, si torna a parlare di cucina tipica regionale. Questo mese ci occupiamo di Piatti a Lunga Cottura, tutte quelle preparazioni che richiedono tempo e pazienza per la loro realizzazione, ma che poi alla fine danno vita a dei piatti deliziosi, in fondo è autunno e si sta volentieri davanti ai fornelli a coccolarci la nostra pietanza. Qui da me troverete la Porchetta, non c’è festa paesana dove non ci sia un furgoncino che serva panini croccanti riempiti con la porchetta. Per la versione originale occorre un maiale intero e occorrono dalle 5 alle 8 ore per cuocerla, questa è la versione casalinga adatta ad una cena per 8-10 persone. Vi servirà una pancetta di maiale da circa 2 kg, del fegato, rosmarino, aglio e tanto finocchio selvatico, il tempo di cottura sarà di circa 2-3 ore, ma non vi terrà impegnati, mentre lei cuoce in forno potete fare quello che volete. Portatela a tavola intera e tagliatela a fette, utilizzate un coltello a seghetta per tagliare la pelle croccantissima.
Per il prossimo mese novità in vista, le uscite saranno 2, una il 10 Dicembre e una il 20 come di consueto, vi aspettiamo numerosi con delle belle sorprese.

 

Ingredienti per 8-10 persone:
Una pancetta di maiale da circa 2 kg
Fegato di maiale
2-3 spicchi d’aglio
Rosmarino
Finocchio selvatico
Sale
Pepe
Preparazione:
Stendete la pancetta su un vassoio, con la pelle rivolta verso il basso, togliete la pelle all’aglio e schiacciatelo, massaggiate la carne con l’aglio (foto 1) e con sale e pepe (foto 2). Sistemate sulla pancetta rametti di rosmarino e finocchio selvatico (foto 3). Tagliate il fegato a pezzetti e condite con sale e pepe, sistemate al centro della pancetta (foto 4).
 Chiudete la pancetta (foto 5) e legate (foto 6), cospargete la pelle con sale e pepe (foto 7), mettete in forno a 180 gradi, su una griglia e con una teglia sotto con un po’ d’acqua all’interno, per un’ora e mezza (foto 8), portate il forno a 220 gradi e proseguite la cottura per un’altra ora. Togliete dal forno, tagliate con un coltello a seghetta e servite.

 

E queste le proposte delle altre regioni

Valle D’Aosta- Fessilsuppu, zuppa di Issime
Piemonte Tonno di coniglio  
Lombardia – Salàmin e Custine cun le Verse
Trentino Alto Adige  – Gulash di manzo alla trentina
Veneto –  – http://ely-tenerezze.blogspot.it/
Friuli Venezia Giulia – Minestron de risi e patate – 
Emilia Romagna – Ragù alla Bolognese
Liguria – Menestron co-o pesto
Toscana – Chiocciole alla nepitella
Marche –  Vincisgrassi alla marchigiana
Abruzzo –Trippa alla pennese
Molise –Ragù misto di maiale
Lazio – Stufatino alla romana con il “sellero” –
Campania –Braciola ripiena con l’uovo  
Puglia – Brasciole alla barese 
Basilicata – Pane di Matera http://blog.giallozafferano.it/sognandoincucina
Calabria –   http://blog.giallozafferano.it/iocucinocosi
Sicilia – Stracotto alla palermitana
Sardegna –  Zuppa di fave e spinaci

Vi ricordo la nostra pagina facebook dove troverete tutte le nostre ricette

 

25 Comments

  1. Ahh ecco come si fa la porchetta!!! Non sapevo dentro ci fosse il fegato, ho mangiato fegato per anni senza saperlo! ahahah
    Una ricetta DELIZIOSA! la porchetta è il massimo e quando la vedo in giro nelle fiere va sempre a finire nel mio pancino!!
    BRAVISSIMA davvero Miria!!!!
    un bacio

  2. Anche in Toscana abbiamo la prochetta… ma non avrei idea di come realizzarla in casa. Meglio che non mi faccia sentire dire queste cose altrimenti Tommy si fa subito tentare dalla prova… 🙂
    Deve essere davvero molto saporita. E poi quelle fette sono anche bellissime da vedersi.
    Un bacio.

  3. Miria….che spettacolo!!! questa è una delle mie ricette preferite del giro di oggi, non so se lo sai, ma ogni volta decreto tre migliori….oggi ci sei anche tu tra queste!!! favolosa!!!!!

  4. Beh ammettilo che cucinarla in trancio è molto meglio che mettere l'intera bestiola con tanto di testa a cuocere. A me fa impressione anche vederla (A Ariccia sono maestri….). Invece la tua versione mi intriga, perché mi farà pure impressione con la testa e il limone in bocca, ma a me la porchetta piace proprio tanto!!! E in questa maniera potrei anche cucinarla io e rubarti la ricetta!!!! Un abbraccio Mimì!!

  5. eh la porchetta….mamma mia qualche volta per le feste arriva uno stand che conosco da anni e che mi fa avere la porchetta fatta ovvamente ma veramente super non è quella che vendono…. ahahahah
    Buona serata

  6. ma questa porchetta è uno spettacolo…mamma mia che buona dev'essere! e fatta in casa sarà tutta un'altra cosa! con il fegato non credo di averla mai assaggiata!
    sei stata bravissima!
    un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.