CUCINA UMBRADolci

Cucina Regionale Umbra: Barcarola

Cucina Regionale Umbra: Barcarola
Buongiorno, con molto piacere da oggi riparte, dopo una breve pausa estiva, la rubrica di Babi e Renata dedicata alle ricette regionali. Con la ripresa della rubrica il benvenuto ad una nuova regione, la Valle d’Aosta che  entra a far parte del gruppo, rappresentata dal blog “L’appetito vien mangiando”, mancano all’appello soltanto la Sardegna, la Basilicata e il Molise, che speriamo si uniscano presto a noi per completare la nostra Italia culinaria. L’argomento di oggi sono i Liquori, troverete ricette deliziose per prepararli in casa, ma anche ricette, dove figurano tra gli ingredienti. Qui da noi troverete la Barcarola, un bevanda tipica di Gubbio, a base di caffè d’orzo e Mistrà, digestiva ed energizzante, è antichissima, ma ancora oggi molto diffusa, in tempi recenti alcuni sostituisco il caffè d’orzo con il caffè, ve ne offriamo una tazza con molto piacere. Il Mistrà è un liquore a base d’anice che non nasce in Umbria, ma è molto utilizzato nella preparazione di tantissimo dolci regionali.
 Da oggi l’appuntamento con l’Italia che cucina non sarà più settimanale ma quindicinale.
Queste le ricette delle altre regioni
CALABRIA: Liquore alla liquirizia di Rosa ed Io

CAMPANIA: Nocillo di Le Ricette di Tina
SICILIA: Crema di Limoncello di Cucina che ti Passa
TOSCANA: Alkermes di Non Solo Piccante
LOMBARDIA: il Bombardino   di L’Angolo Cottura di Babi
VENETO: Grappe e Bussolà  di Semplicemente Buono
FRIULI VENEZIA GIULIA: Liquore di Terrano di Nuvole di Farina
PIEMONTE: Genepì di La Casa di Artù
EMILIA ROMAGNA: Nocino  di Zibaldone Culinario
TRENTINO ALTO ADIGE: Liquore alle fragoline dei boschi trentini  di A Fiamma Dolce
PUGLIA: Liquore di Lime  di Breakfast da Donaflor
LAZIO: Ciambelline alla Sambuca di Chez Entity
MARCHE: Liquore al caffè di La Creatività e i suoi Colori
ABRUZZO: Ratafia Abruzzese  di In Cucina da Eva
VALLE D’AOSTA: Ebolabo, liquore di Achillea Moscata di L’Appetito Vien Mangiando

Umbria

Barcarola

Ingredienti:
Caffè d’Orzo
Mistrà
Zucchero
Buccia di limone
Preparazione:
Preparate il caffè d’orzo, versatelo bollente nella tazzina fino a metà e  zuccherate a piacere, versate un dito di Mistrà, aggiungete una scorzetta di limone e gustate, la barcarola è pronta.
1
Condividi

27 Comments

  1. Ma quante cose si conoscono grazie alla rubrica
    Troppo buono il barcarola!!!!!!!!!!!un bel bicchiere lo prendo bimbe e mezza ubriaca ormai procedo nel viaggio
    Un grande abbraccio ragazze e ben ritrovate!!!!!!!!!!!!!

  2. E noi ce la prendiamo sicuramente questa tazza che ci offrite. Se poi è a base di caffè a quest'ora ci sta proprio bene perché sto già rischiando di addormentarmi!! O come faccio ad arrivare a stasera?!
    Un abbraccio.

  3. ecco! come sempre sono andata dritta dritta alla ricetta e mi domandavo cosa fosse il mistrà. poi ho letto!
    secondo me mi piacerà e quasi quasi visto che il mistrà non ce l'ho, provo con l'ouzo.

    irene

  4. Questa non la conoscevo. A roma si beve il caffè corretto alla sambuca o al mistrà. Ma dell'orzo non avevo mai sentito parlare… quella scorzetta di limone poi è così invitante!!!

  5. Ragazze è una novità per me ma…che piacevole scoperta!!!!!!Come sempre proponete ricette ecccezionali!!!!!Questo liquorino lo devo assolutamente provare!!!!Che bello ritrovarvi!!!!Un grande abbraccio!

  6. Dal nome non sarei mai riuscita ad indovinare cosa fosse e invece dev'essere davvero buono. Conoscevo il caffè corretto con liquore a base d'anice (un aroma che adoro) ma non l'orzo. E quella scorzetta di limone deve dargli un'altra marcia in più. Baci, buona settimana

  7. Devo dire che non ho trovato un liquore che non mi piace 🙂 Tutto mravigliosi e tutti da rifare!!!! Questo digestivo poi, ci vorrebbe ora, mi pare di sentire un peso sullo stomaco! Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.