BiscottiDAL MONDOTurchia

Biscotti turchi alle mele – Elmali kurabiye

Biscotti turchi alle mele – Elmali kurabiye

Dolcetti alle mele e frutta secca, ricetta turca

Con l’arrivo di Settembre, sui banchi del mercato si trovano le mele del nuovo raccolto, succose e croccanti ci accompagneranno per tutta la stagione fredda. E con l’autunno arriva anche la voglia di sfornare profumati dolci alle mele. Dopo la pausa estiva, torna l’appuntamento con la rubrica “Il giro del mondo con i dolci alle mele” che curo insieme a Simona e Mary.
Io vi porterò in Turchia, per assaggiare i biscotti turchi alle mele, Mary ci accompagnerà alla scoperta di uno dei dolci tipici francesi, la tarte tatin, con Simona invece arriveremo fino in Danimarca per scoprire la torta di mele danese – Gammeldags æblekage .

biscotti alle mele, ricetta tipica turca

Elmali kurabiye, i biscotti alle mele turchi

Cercando in rete la ricetta per questa uscita, ho trovato questi biscotti, mi hanno colpito subito per la loro raffinata bellezza. Dei deliziosi pasticcini intagliati, che a prima vista possono sembrare difficili da realizzare, invece sono facilissimi e veloci, e vi faranno fare un figurone. Un delicato impasto allo yogurt, racchiude una farcia di mele e nocciole profumata alla cannella.

Dolci alle mele ricetta turca

Biscotti turchi alle mele – Elmali kurabiye

Portata: Dolce
Porzioni: 32 biscotti

Preparazione: 30 minuti
Cottura: 40 minuti

Autore: Miria Onesta

Ingredienti

Per l’impasto allo yogurt:

  • 150 g di burro
  • 150 g di yogurt bianco
  • 100 g di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 10 g di amido di mais
  • 380 g di farina
  • 1 tuorlo

Per la farcitura:

  • 4-5 mele
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di cannella macinata
  • 30 g di nocciole tritate

Per decorare:

  • zucchero a velo

Preparazione:

Iniziate dall’impasto allo yogurt

  • Mettete burro e yogurt in una ciotola e mescolate bene, unite anche il tuorlo, lo zucchero e mescolate ancora.
  • Setacciate la farina con il bicarbonato e l’amido ed uniteli al burro, impastate con le mani fino ad ottenere un impasto morbido e non appiccicoso.
  • Avvolgete l’impasto nella pellicola e tenete in frigo per un’ora circa.

Mentre l’impasto riposa preparate la farcitura

  • Sbucciate le mele grattugiatele finemente, trasferitele in un tegame e d unite lo zucchero, mettete sul fuoco e fate cuocere a fuoco lieve finché le mele non avranno perso tutto il liquido.
  • Allontanate dal fuoco, unite la cannella e le nocciole, mescolate bene e fate raffreddare.

Preparate i biscotti

  • Riprendete l’impasto dal frigo, dividetelo in 8 parti e formate delle palline.
  • Stendete una pallina e dividetela in 4 parti, otterrete 4 triangoli con la base arrotondata. Incidete ogni triangolo con dei tagli a V lasciando la parte centrale integra.
  • Mettete un rotolino di ripieno al centro di ogni triangolo e portate le estremità del triangolo una sull’altra, pressate leggermente per sigillare bene.
  • Proseguite così con tutte le palline d’impasto.
  • Mettete i biscotti su teglie rivestite di carta forno e fate riposare in frigo per circa 15 minuti.
  • Preriscaldate il forno a 180 gradi.
  • Infornate i biscotti per circa 15 minuti.
  • Sfornate, fate raffreddare su una griglia e cospargete con lo zucchero a velo.
dolci alle mele turchi

La ricetta dei biscotti turchi alle mele è tratta dal sito Kadinca Tarifler, ho solo apportato delle piccolissime modifiche.

dolcetti turchi alle mele e cannella
Biscotti turchi alle mele
Dolci con le mele da ogni parte del mondo

Se siete curiosi di scoprire le altre ricette della rubrica visitate la pagina “Il giro del mondo con i dolci alle mele”

1
Condividi

18 Comments

  1. Buongiorno, ho seguito la ricetta passo dopo passo. Risultato: biscotti bellissimi, ma davvero manca lo zucchero!!! consiglio di aggiungere zucchero sia nell’impasto che nel ripieno. Peccato….

    1. Ho chiesto a mio marito di tradurre la ricetta del sito originale. Lo zucchero a velo non è 100gr, ma un bicchiere di zucchero a velo da mettere insieme alla farina e agli altri ingredienti nell’impasto…..

      1. Ciao Silvia, secondo una tabella di conversione che ho trovato in rete di unità di misure turche un bicchiere di zucchero a velo sono 120 g io ne ho messi 100 non credo che manchi completamente lo zucchero nell’impasto. Nel ripieno invece c’è poco zucchero, ma la ricetta era così, sinceramente io li ho mangiati e non mi sono sembrati così poco dolci.

        1. Ciao Miria, mio marito è turco, volevo fargli una sorpresa perchè questi dolcetti li mangiamo sempre in Turchia. Non so che conversione hai usato tu perchè in Turchia utilizzano le nostre stesse misure. Il sito originale per tua info dice proprio un bicchiere di zucchero a velo, senza specificare il peso ed è da intendersi esattamente come da noi. Comunque i dolcetti, ad eccezione dello zucchero, sono proprio belli. Il mio vuole essere un consiglio non una critica. Il tuo sito è molto bello, e capisco che tradurre da una lingua tanto difficile non è facile, è per quello che io non mi ci avventuro mai 🙂

          1. Ciao Silvia, ma ci mancherebbe, mi fa piacere, si esatto dice un bicchiere, e io ho guardato una tabella di conversione senza pensare ad utilizzare un bicchiere. Oggi, incuriosita dal tuo commento ho provato a pesare un bicchiere di zucchero ed è 125 g con il mio bicchiere, potresti dirmi quanto pesa in g un tuo bicchiere di zucchero a velo? Magari i miei bicchieri sono piccoli rispetto ai tuoi, può tornarmi utile per qualche altra ricetta turca.
            Eh si tradurre dal turco non è facile, ma ci provo, adoro troppo i dolci alle mele internazionali.
            Grazie per le info.

      1. Ciao, ho capito qual’è l’inghippo. Rifacendo tutto il procedimento ho notato che non scrivi di inserire lo zucchero nell’impasto. Lo zucchero è segnalato come ingrediente, ma poi viene solo citato nel momento in cui va spolverato sui dolcetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.